A Volte, per far nascere frutti preziosi, basta un semplice “Grazie!”

Dalla più semplice e umana delle parole, detta in lingua ghiziga circa 20 anni fa, in Camerun del Nord, è nata un’idea che nel tempo ha dato molti frutti. A pronunciarla, una donna che aveva affrontato e superato un parto molto difficile. A riceverla, Roberto Stigliano, medico chirurgo che già da tempo operava in Africa. Intorno a lui e a quella parola si sono raccolti subito molti volontari.
Nata nel 2000, Fondazione Cumse Onlus opera oggi in Camerun, Ciad, Congo, Mali, Niger, Senegal ed Egitto. Dal 2010 è diventata Fondazione di partecipazione, arrivando dopo dieci anni allo stato di ONG.

Chi è Cumse?

Fin dalla sua nascita Fondazione Cumse rappresenta il simbolo di un volontariato animato dalla forza e dall’impegno pronto a rispondere ai bisogni emergenti di un’Africa in continua evoluzione sociale e culturale, senza trascurare le realtà del nostro territorio.
In Italia Fondazione Cumse svolge attività di educazione, informazione e sensibilizzazione per sviluppare la cultura della solidarietà mondiale, per allargare la base dei donatori e dei volontari e per influenzare imprese private e istituzioni pubbliche nel sostegno ai progetti di cooperazione per lo sviluppo. Fondazione Cumse individua il proprio settore d’intervento in ambito sanitario sviluppando un primo progetto di cooperazione socio-sanitaria nel Nord del Camerun.
Attraverso il lavoro costante e una cosciente opera di sensibilizzazione i volontari danno così forma, sostanza e anima a un sogno condiviso: la costruzione di ospedali in grado di far fronte alle gravi carenze sanitarie locali. Nel tempo, però, gli ambiti d’intervento si ampliano e il progetto sanitario diviene cuore pulsante di un organismo più complesso che si occupa non solo di salute, ma anche di: costruzione di pozzi per fornire acqua potabile nei villaggi; produzione di farmaci; adozioni e sostegno a distanza; promozione della cultura e dell’arte africana.
Da ultimo, con l’avvento del gruppo di volontari di Cumse Veneto, la costruzione e gestione di un orfanotrofio a Nkoabang, nel Sud del Camerun. Oltre all’orfanotrofio di Nkoabang, Fondazione Cumse ha oggi attivi altri tre cantieri:
– Ospedale polispecialistico di Yaoundè (Camerun del Sud)
– Maternità di Marza (Centro Camerun)
– Ospedale pediatrico di Moutourwa con centro lotta alla malnutrizione (Nord Camerun).

Quale è la sua Missione?

La missione della Fondazione Cumse è quella di rendere il mondo migliore di come lo abbia trovato, diventando, con il nostro impegno, protagonisti, creativi e operosi in ogni realtà in cui siamo chiamati, con umiltà, a operare: la nostra città è il mondo intero, che consideriamo città per antonomasia. I campi di azione della Fondazione Cumse sono: la salute, la formazione, l’assistenza all’infanzia, l’agricoltura, l’allevamento, il sostegno alla cultura e alla salvaguardia del patrimonio storico e culturale di un popolo e di una terra, la formazione professionale. La Fondazione sostiene attività virtuose a favore delle popolazioni povere del mondo, per combattere malattie, discriminazioni, povertà culturale, abbandono, isolamento, e promuovere progresso, ossia cambiamento positivo e condiviso delle società e delle popolazioni con particolare riguardo ai Paesi in via di sviluppo.

Visione

Quale è la sua Visione?

La visione della Fondazione Cumse è uno sguardo positivo su chi è intorno a noi, amico, collaboratore o destinatario delle nostre azioni e – nello spirito di fratellanza universale – è il superamento delle barriere create da una visione della vita meramente utilitaristica, che genera una società avida e poco generosa, che non lascia spazio ai poveri, ai diseredati, ai deboli. La Fondazione Cumse opera a favore degli ultimi, senza interessi individualistici, per costruire con intelligenza e abilità, serietà e coraggio, azioni di cooperazione e sviluppo.